JM News Portal - шаблон joomla Продвижение

Nella nostra sezione la stagione delle riunioni tecnicRTO LuigiStella 2he è iniziata con la marcia giusta, infatti già al primo appuntamento del mese di ottobre abbiamo avuto il piacere di ospitare Luigi Stella, presidente del CRA Piemonte e Valle D’Aosta, e una gradita rappresentazione della sua squadra. Ad accompagnare e supportare il presidente durante la serata infatti erano con lui Mario Pellegatta, Gianluca Sala ed ultima, ma non meno importante, Mariagiovanna Alibrandi.

 

La presentazione dei componenti del nuovo CRA è stata ciò che ha rotto il ghiaccio e ha permesso al Presidente di spiegare quali sono state le linee guida che lo hanno portato a formare il nuovo gruppo dirigenziale del Piemonte e Valle D’Aosta. Su tutte spiccano l’integrità, il background tecnico maturato durante gli incarichi nazionali di ogni componente e la passione per la nostra associazione.

 

RTO LuigiStella 1Luigi, subito dopo, ha sintetizzato con alcune slides alla gremita platea i numeri del Piemonte versus l’AIA nazionale, affrontando poi un’analisi più dettagliata dell’organico regionale in termini numerici ed anagrafici. La condivisione delle deficienze riscontrate durante i raduni di inizio stagione, che hanno portato alla sospensione di un’importante fetta di associati Piemontesi, è stato il primo segnale che il Presidente ha voluto mettere alla luce del sole per farci capire che se vogliamo crescere occorre cambiare. Come diceva Henry Ford “If you always do what you’ve always done, you’ll always get what you’ve always got” cioè “se facciamo quello che abbiamo sempre fatto, otterremo quello che abbiamo sempre ottenuto”.

 

Il cambiamento è stato il filo conduttore dell’intera serata, che ha permesso a Stella di enunciare quanto è stato introdotto quest’anno, dall’invio dei voti in tutte le categorie, alle confidenziali fino ad arrivare agli esordi già ad inizio stagione di arbitri ed assistenti in tutte le categorie regionali. 

 

RTO LuigiStella 3

Prima di esplorare il programma su quanto questo CRA si è prefissato di fare quest’anno, il Presidente ha rimarcato che questi salti di qualità sono fattibili grazie al lavoro fatto durante gli anni precedenti del suo predecessore Gianmario Cuttica.

 

Cosa ci è stato chiesto a noi arbitri regionali e non solo per contribuire a questo progetto? Due cose semplici ma molto importanti: la prima è la fiducia di noi arbitri verso i nostri dirigenti, poiché i valori che il presidente e l’intera commissione si sono prefissati saranno la base solida del progetto, la seconda è fare sistema, cioè sentirci arbitri non solo per noi stessi e per la nostra sezione ma per l’intera regione Piemonte e Valle d’Aosta.

Cosa ci è stato garantito? Coerenza e professionalità. Solo con questa ricetta potremmo competere con le altre regioni che ora sono qualche gradino più in alto di noi.

 

RTO LuigiStella 5La conclusione della riunione è stata supportata dalla visione di alcuni video, ma non con l’intento di un’analisi puramente tecnica, ma con lo stimolo alla consapevolezza di quanto ci si può innamorare della nostra associazione, come ha fatto il nostro caro amico Stefano Farina.

 

Vincenzo Pellegrino

 


____________________

La riproduzione di articoli pubblicati sul sito Internet "aianichelino.it" non necessita di preventiva autorizzazione da parte dell'autore. E' indispensabile tuttavia riportare in calce agli stessi la citazione della fonte di provenienza dell'articolo ed il nome dell'autore.

logo silvana logo la Zaco logo Maglione logo Logho logo Piatino